21 aprile 2005

Farmaci generici

Sul numero di Aprile del mensile Quark c'è un iteressante dossier sui farmaci.
Voglio riportare una cifra che mi ha colpito.
In italia la percentuale di vendita dei farmaci "generici" sul totale è del 4,4%.
E nel resto d'Europa?
Danimarca 60%
Gran Bretagna 52%
Germania 50%
Olanda 40%
Non è una cosa da poco visto che i farmaci generici costano in media il 20-40% in meno di quelli "marchiati".
Si potrebbero risparmiare parecchi soldi.
Cosa sono i farmaci generici?
La spiegazione è semplice. Faccio un esempio.
Prendiamo che una multinazionale farmaceutica scopra una nuova molecola. Dopo 10/15 anni di ricerca e di test spendendo più o meno 800 milioni di dollari la mette sul mercato.
Per 20 anni quella multinazionale detiene il brevetto e quindi l'esclusiva sulla vendita. Passato questo lasso di tempo, durante la quale la multinazionale si è ripagata dagli investimenti guadagnandoci su, il brevetto scade.
A questo punto qualsiasi casa farmaceutica può produrre e vendere una medicina identica a quella di partenza.
Chiaramente la casa farmaceutica non ha investito cifre astronomiche e può vendere il farmaco ad un prezzo assai ridotto. Ripeto il farmaco si basa sullo stesso principio attivo dell'originale mantenendo identiche le proprietà. Solo aziende controllate ed autorizzate possono vendere farmaci generici.
Nessun motivo quindi di non usarlo.
La prossima volta che andate dal medico o direttamente in farmacia chiedete se di quel farmaco ce n'è uno di tipo generico (anche se dovrebbero essere loro i primi a consigliarlo).

Per info:
www.generici.com