10 gennaio 2006

Bioitalia e l'attenzione per i clienti

Di solito vien voglia di scrivere su blog, forum o newsgroup quando c'è qualcosa che non va.
Invece questa volta voglio segnalare un fatto positivo.

Mi avevano regalato un barattolo di pomodorini e basilico della Bioitalia con tanto di certificazione di cultura biologica. C'era il marchio europeo e l'etichetta rilasciata dall'ente certificatore CCPB.

La cosa strana era che nell'etichetta veniva riportata la dicitura "Prodotto con uve da agricoltura biologica". Mi sono chiesto cosa c'entrassero i pomodorini e l'uva. Ho maliziosamente pensato che Bioitalia sfruttasse la certificazione dell'uva per vendere i pomodorini falsamente certificati.

Ho scritto così un email alla Bioitalia e all'ente certificatore. L'azienda mi ha risposto il giorno stesso, spiegandomi che quei prodotti erano stati etichettati di fretta per la creazione di cesti di natale ed in effetti si erano accorti (troppo tardi) dell'errore di stampa.

Sono contento che un'azienda risponda così velocemente ad una semplice email. Aspetto invece una risposta dall'ente certificatore.