22 novembre 2008

Max Payne il film, in arrivo

Max Payne è stato, e forse lo è tutt'ora, uno dei miei giochi preferiti. Uno dei pochi giochi che ho voluto terminare a tutti i costi. La trama era entusiasmante, più andavi avanti e più diventava complessa ed interessante. La voglia di vincere, contro tutti, e vedere come andava a finire era irrefrenabile. Mi ero immedesimato nel protagonista che voleva comprendere, vendicarsi, mostrare a tutti che il cattivo non era lui.

Del gioco ho apprezzato la grafica, la giocabilità ed il rivoluzionario "bullet time": nelle scene di fuoco più intense premevi un tasto e tutto si muoveva al rallentatore, per un tempo limitato, ma sufficiente, il più delle volte, a salvarsi la pelle. Ricordava molto da vicino quell'effetto del film Matrix dove si vedono le pallottole muoversi lentamente mentre l'inquadratura rotea.
In più c'erano alcuni "livelli" particolari dove ti trovavi nel sogno del protagonista, me li ricordo molto angoscianti ed emozionanti.
La storia, tra un livello e l'altro, veniva raccontata con fumetti ed animazioni in 3D. Mi ricordo che anche i dialoghi erano ben curati, con molte frasi e freddure d'effetto.

Beh dopo 8 anni ecco il film. Spessocome quando viene realizzato male un film da un libro che hai apprezzato, ho paura che il film si discosti troppo dal gioco, o da come me lo ricordo, e guardando il trailer la paura sembra fondata (per esempio cosa sono quei affari alati??? Io non me li ricordo nel gioco!!!! Sbaglio?). Qualche critica è già arrivata...
Vedrò il film senza illusioni, sperando di essere smentito. Intanto mi vedo la intro grafica.