12 agosto 2009

No ai crediti per chi frequenta l'ora di religione

Sia alle medie che alle superiori non ho frequentato l'ora di religione (dopo averla provata e capito che si trattava di catechismo mascherato). Sono molti i ragazzi che, appartenenti a fedi diverse da quella cattolica o atei, effettuano la stessa mia scelta. Per fortuna quando io andavo a scuola non si parlava di crediti formativi che potevano essere assegnati a chi frequentava tali lezioni. Ora il TAR del Lazio conferma che i prof di religione non devono partecipare agli scrutini e non possono assegnare crediti formativi, così come legiferato da Fioroni nella scorsa legislatura di centro sinistra.

Personalmente vedo solo 2 soluzioni: eliminare l'ora di religione o, se proprio non ci si riesce, farla diventare l'ora delle religioni dando lo stesso spazio a tutte le religioni, all'ateismo, all'agnosticismo, alle antiche religioni ecc. I prof. non devono essere nominati dalla santa sede ma essere normali docenti come per tutte le altre materie. A quel punto l'ora delle religioni potrebbe diventare una materia come tutte le altre ed obbligatoria, partecipando così ai crediti formativi.

Le due ipotesi sono una più complessa dell'altra, ma la speranza è l'ultima a morire.
P.S. Ci sono sempre quei crocifissi da togliere...