29 settembre 2009

Canone, contributi, evasione fiscale ed i giornali

Il Giornale e Libero hanno iniziato una campagna contro il canone RAI, la tassa per la TV pubblica. La scusa è che ci sono programmi inguardabili tipo Annozero di Santoro. Anche Beppe Grillo ha una sua campagna secolare contro il canone. Tutti, chi più e chi meno, hanno un buon motivo per non voler pagare questa tassa: troppe veline, troppa pubblicità, troppa politica, programmi troppo frivoli, troppo seri, poco interessanti, mal fatti, troppi sprechi, troppi giornalisti scansafatiche e potrei andare avanti per ore.

Il bello è che i giornali che hanno proposto questa evasione fiscale prendono un sacco di soldi dai contributi statali per l'editoria, ossia soldi pubblici provenienti sempre dalle nostre tasche come ci segnala LorenzoC. Lorenzo ci spiega meglio chi altro prende i contributi, ma questa è un'altra storia.