30 agosto 2004

Direttamente alla fonte

Prendere le cose dalla fonte, qualsiasi esse siano, è bello. L'acqua è più pura, il parmigiano è più buono, un vestito è meno costoso... Dal produttore al consumatore è uno slogan tritto e rifritto.
Prendo spunto dall'articolo di Mantellini su punto-informatico di oggi che parla di informazioni, blog, Baldoni e da una chiaccherata fatta con un mio compagno di viaggio.
Cosa sta cambiando internet nel nostro modo di avere informazioni? Ridurre gli intermediari e andare alla fonte.
Che percorso prendere una news prima di arrivare in un TG? Semplificando molto potremmo immaginare che la notizia venga riportata da qualche testata locale, per essere riportata da qualche agenzia, rivenduta alle testate nostrane e arrivare alle nostre orecchie. In questo percorso molto semplificato la notizia incontrerà molti filtri, storpiature, correzioni, sottolineature. Ogni persona che prenderà la notizia per poi riportarla farà caso a determinate situazioni invece che altre (anche inconsciamente: si chiama attenzione selettiva).
Ma ecco che quando le testate locali, di quel paese o città, hanno il loro sito web, quando in quel luogo vivono persone con un loro blog, chiunque da qualsiasi parte del mondo può andare direttamente alla fonte. Indubbiamente ciò cambierà il modo di vivere, il giornalismo, il modo di comunicare, di parlare di noi. Meglio? Peggio? Chi può dirlo. Sicuramente diverso.