31 maggio 2005

Risposta alle lamentele

Viaggio sulla linea FM3 Viterbo PF - Roma Ostiense.
La mattina i treni hanno un ritardo medio di 15 minuti. Medio significa che ci sono picchi ben più alti di 15 minuti. Ho letto sulla Carta dei servizi 2005 che Trenitalia effettua dei report sull'efficenza del servizio basato sul numero dei reclami. Nel primi 10 mesi del 2004 ne ha ricevuti 1645. Ho scritto a rapclientela.la@trenitalia.it (Servizio Clienti Lazio) lamentandomi dei ritardi.
Mi hanno risposto così:

Gentile Cliente, rispondiamo alla Sua e-mail del 9 maggio 2005. Nel confermarLe che, effettivamente, sulla linea da Lei utilizzata si verificano talvolta disservizi per quanto riguarda la regolarità della circolazione, Le rappresentiamo che la gestione del servizio sulla linea fr3 nasce dal fatto che la linea è ad alta densità di traffico. Ciò ha comportato, soprattutto nelle fasce orarie pendolari, una notevole affluenza dovuto al fatto che anche per ritardi di pochi minuti, i flussi di viaggiatori di due treni possono talvolta sommarsi determinando rallentamenti per salita e discesa dei viaggiatori. Siamo consapevoli delle aspettative dei passeggeri ma bisogna ricordare che ci sono tuttora limiti infrastrutturali a causa del binario unico tra Viterbo e Cesano e tra Roma S.Pietro e Roma Trastevere, per i cui lavori di raddoppio, effettuati da R.F.I. ( gestore dell'infrastruttura), si attende l'ultimazione. Pur comprendendo il Suo disagio, Le rappresentiamo che massimo è l'impegno di questa Società per ridurre al minimo i disagi alla Clientela. Cogliamo l'occasione per inviare cordiali saluti.

Lamentarsi in questo modo forse è solo una goccia che cade. Però si sa che le goccie a forza di cadere consumano le roccie. Se poi invece delle gocce apriamo il rubinetto...
Fatevi sentire.
Scrivi a Trenitalia (che gestisce i treni)
Scrivi alla Regione Lazio (è la regione che acquista il servizio e detta le regole minime)
Scrivi a RFI (che gestisce l'infrastruttura, c.cardinali@rfi.it)