18 novembre 2005

Malformazioni genetiche a Viterbo

Mi è capitato sottomano questo comunicato stampa che qui riporto interamente:

Comunicato stampa di Legambiente
Malformazioni genetiche a Viterbo, sott'accusa rifiuti tossici

ANSA - Viterbo, 15 NOV
I Metalli pesanti interrati illegalmente nelle cave di Capranica, Castel Sant'Elia e Vetralla, in provincia di Viterbo, sono stati indicati come responsabili di gravi malformazioni genetiche riscontrate su animali, ortaggi e, addirittura, su un bambino.

L'accusa è stata lanciata sabato scorso durante una riunione indetta per creare un coordinamento tra i comitati che si battono contro la privatizzazione dell'acqua, a favore della pace e dei diritti, alla quale hanno partecipato anche i rappresentati di Forum Etruria, che si oppone alla costruzione di una maxi antenna RAi WAY a Blera. Alcuni abitanti delle aree circostanti alle tre discariche abusive di rifiuti pericolosi e tossici hanno segnalato casi di maiali nati senza organi sessuali, galline con tre zampe, ortaggi definiti mostruosi, cucciolate di cani nati morti o deformi. Il caso più allarmante, se confermato, è quello di un bambino nato con un grave ritardo mentale. Secondo i genitori del bambino, il deficit sarebbe stato causato da un avvelenamento da metalli pesanti certificato da un laboratorio specializzato statunitense.

Un altro indizio della correlazione tra il ritardo mentale riscontrato al bambino e la discarica abusiva, sempre secondo quanto affermato durante la riunione, sarebbe costituito dal fatto che la famiglia del bambino si era trasferita nella zona proprio durante la gestazione ed attingeva l'acqua per uso domestico da un pozzo.

Le malformazioni dei maiali, nati in un allevamento in località Cinelli, vicino Vetralla, sarebbero stati certificati dai veterinari. Infine, anche gli ortaggi, definiti "mostruosi", sarebbero stati fotografati.

Le tre discariche erano state sequestrate dalla magistratura nell'ambito dell'inchiesta su un vasto traffico di rifiuti pericolosi provenienti dal nord Italia, interrati in alcune cave del Viterbese. L'operazione, condotta dai carabinieri del nucleo tutela ambientale, era stata chiamata "Giro d'Italia, ultima tappa Viterbo".

I forum torneranno a riunirsi sabato 26 novembre presso la sala conferenze della Provincia di Viterbo.