5 gennaio 2008

A volte ritornano: Eolo in Australia

Nel 2005 scrissi il mio primo post su Eolo, l'auto ad aria compressa, dove descrivevo nel dettaglio le performance.
Nel frattempo lavorai anche per l'italiana Eolo Energie, come webmaster, che doveva produrre generatori di corrente, sempre ad aria compressa.
La Eolo Energie, come la Eolo Auto, è in causa con la Francese MDI perché quest'ultima non fornisce le specifiche progettuali per costruire il motore. Nessun paese che ha acquistato le licenze di produzione è riuscita a commercializzare l'auto.

La MDI però continua nel suo progetto è sigla accordi con la TATA Motors e, notizia fresca fresca, dovrebbe vendere le prime auto in Australia entro la fine di quest'anno a 5.400 €uro.

Forse in tutti questi anni sono stati risolti i problemi di efficienza, tecnici, oppure risolte le dispute con le 7 sorelle. Io finché non vedrò la prima auto immatricolata continuerò ad avere il dubbio che sia solo una bufala ben progettata, anche se, in fondo, spero il contrario.

(Ci sono un sacco di link interessanti nel post, cliccateli per approfondire l'argomento)