12 settembre 2008

La Coop dice addio alle vecchie lampadine

Entro la fine di quest'anno, un anno prima secondo quanto stabilito dalla legge, la Coop cesserà di vendere le vecchie lampadine ad incandescenza proponendo solo quelle a basso consumo.
Le nuove lampadine, anche se costano 10 volte di più, hanno una vita più lunga di 8 volte e consumano 6 volte meno.

La Coop vuole fare dell'efficienza energetica un suo baluardo, regalando 3 milioni di lampadine a basso consumo e 1 milione di kit idrici rompigetto facendo risparmiare così 108 milioni di kilowattora e 65 mila tonnellate di CO2. Il tutto all'interno di una campagna informativa chiamata Dai respiro all'ambiente.

Ma non finisce qui: lampadine a sensore, batterie ricaricabili, elettrodomestici classe A+ riempiranno gli scaffali dei super ed iper mercati.

Vi basta? No. E allora la Coop ha iniziato da qualche tempo una riorganizzazione dei consumi interni impegnandosi ad usare più inteliggentemente l'energia, risparmiando, migliorando l'efficienza e recuperando l'energia inutilizzata. Un esempio è il recupero del calore derivante dagli impianti di refrigerazione per la produzione di acqua calda.

Siete soddisfatti? Ancora no. Allora tenete presente che la Coop ha iniziato ad installare sui propri tetti impianti solari, per la produzione di acqua calda, e fotovoltaici che genereranno elettricità. Sono già 5 gli impianti fotovoltaici che, complessivamente, nel 2007, hanno prodotto 565 megawatt con un risparmio di 24.900 tonnellate di CO2. Altri impianti sono in fase di realizzazione.

La rivoluzione dell'efficienza, delle energie rinnovabili, della sostenibilità è partita, siete pregati di salire a bordo, semplici cittadine ed aziende.