10 giugno 2007

La fibra che ride

Appoggio l'iniziativa di Stefano Quintarelli.
Una delle più importanti infrastrutture del paese è quella dove passano e passeranno le informazioni, la fonia, il web, la TV e tutto il resto. Parliamo di TAV, di ponti ma mai di reti. La fibra ottica è l'unica tecnologia che permette di veicolare una quantità teoricamente infinita di dati. In parole povere una volta posato il cavo per veicolare un maggior numero di informazioni è sufficiente aggiornare tecnologicamente gli apparati agli estremi del cavo.

Invece, siccome per il momento costa meno, si continua a investire sul doppino di rame fin che si può: "E' come dire, mi serve un furgone, intanto compro una moto".
Se volete approfondire leggete il post di Quinta