20 giugno 2008

GAIA isola ecologica a Vetralla

Nel paese dove vivo sta per partire una nuova avventura per la raccolta dei rifiuti. Già da un po' di tempo ho notato in vari luoghi sparsi di Vetralla dei lavori in corso. Praticamente sono state fatti dei grandi buchi dove sono stati inseriti dei contenitori, una volta richiuso il buco tutto ciò che si vede è, apparentemente, un piccolo contenitore.

Cercando sul web ho trovato un sito dove viene spiegato questo meccanismo di raccolta dei rifiuti differenziata interrata. Praticamente il cittadino, tramite una tessera personale, si fa riconoscere dal sistema che gli chiederà che tipo di rifiuti vuole gettare: plastica, vetro, carta ecc. Sotto i suoi piedi i cassonetti interrati, di cui accennavo prima, si posizionano per poter accettare i rifiuti che il cittadino inserirà nella botola esterna rialzata.

I rifiuti vengono compattati, e quando il cassonetto è pieno viene avvisato il centro di raccolta che prevederà a svuotarlo.
Oltretutto viene anche memorizzato il peso dei rifiuti in modo da diversificare la tassa comunale, ed avere dei dati aggiornati sulla loro produzione.

A Vetralla erano già presenti da tempo i classici cassonetti per la raccolta di carta, plastica e vetro. Sicuramente questo sistema è più efficiente (permettendo al centro di raccolta di muoversi solo se il cassonetto è pieno), più pulito (i cassonetti sono interrati), e teoricamente più giusto (è possibile avvantaggiare chi produce meno rifiuti o chi differenzia di più).

Personalmente avrei preferito la raccolta porta a porta che, a quanto so, è l'unico modo per riuscire a raggiungere percentuali elevate di raccolta/riciclo. In ogni caso qualsiasi metodo che impedisca di spedire i rifiuti in discarica o peggio di incenerirli è sempre ben accetto. In questa era di scarsità di materie prime dovremo abituarci a vedere il rifiuto come una risorsa.

Speriamo nell'onestà dei miei concittadini che magari, pur di pagare meno tasse, sarebbero pronti a gettare altrove i rifiuti. Non sono molto ottimista al riguardo. Per esempio trovo spesso elettrodomestici o altri rifiuti ingombranti buttati qui e la. Eppure nel nostro comune c'è un centro di raccolta specializzato e attrezzato. E' solo una questione di pigrizia e inciviltà.
Sento ripetere spesso che è inutile diversificare, tanto vanno a finire tutti in discarica. Oppure c'è sempre un amico di un cugino che ha visto il camion della raccolta dei rifiuti raccogliere insieme sia quella differenziata che indifferenziata.

Per informazioni: eco.imanpack.it L'azienda che gestisce questo sistema è la ImanPack di Vicenza.

Quando partirà la raccolta vi farò sapere come procede...