3 ottobre 2009

L'AirPod ad Amsterdam

La MDI non si da per vinta, e continua a sviluppare e promuovere i propri veicoli ad aria compressa. In Olanda, la città di Amsterdam il 20 settembre di quest'anno è stata chiusa ai veicoli inquinanti per una parata di veicoli alternativi: Schoner Vervoer Toer.
In uno dei video si vede la famosa Tesla, l'AirPod ed altri trabiccoli.

Ho trattato molto spesso su questo blog di progetti di auto ad aria compressa e gli articoli sono tutti raccolti qui. Il seguente video è un intervista a Cyril Nègre dove afferma che non esistono problemi di congelazione causati dalla bassa temperatura dell'aria, e che la bassa efficienza del motore ad aria rispetto al motore elettrico a batterie è compensato dal peso ridotto, da costi inferiori, senza tralasciare la velocità di rifornimento: pochi minuti rispetto a numerose ore. Che dire poi della difficoltà di smaltimento delle batterie?

Rimane il fatto che i veicoli elettrici puri o ibridi sono già oggi una realtà e sono sul mercato competendo con i dinosauri a petrolio, anche se con qualche difficoltà causate dalle batterie costose, ingombranti, pesanti, complesse. Dell'auto ad aria invece si continua a posticipare l'uscita di anno in anno. Siamo in una fase di sviluppo, di innovazione, di svolta.
Io, in ogni caso, continuo a seguire le sue vicende.