30 novembre 2006

Di cosa moriremo?

Parlavo l'atro giorno di incidenti stradali, che dovrebbe essere un problema molto più grave di tanti altri che annegano la nostra mente. LorenzoC segnala la copertina del Time che tratta proprio di questo argomento:

"Ci agoniziamo per l'influenza aviaria che in America non ha mai ucciso nessuno e ci preoccupiamo molto meno dell'influenza normale che uccide ogni anno 36.000 americani.
Ci trema la mano al pensiero del morbo della mucca pazza che potrebbe essere (ma che non c'è) nei nostri hamburger e non teniamo conto del colesterolo in essi contenuto che uccide 700.000 americani annualmente"

Il seguito dell'articolo è ancora più tragicamente divertente

"il 20% degli adulti fuma, altrettanti non usano la cintura di sicurezza, continuiamo a costruire case in luoghi a rischio uragano, e se un uragano ce la butta giù la ricostruiamo nello stesso punto"

Il calcolo reale dei problemi veri è assai complesso, ma noi non siamo in grado di fare nemmeno 2+2. Senza tener conto di quando i problemi interessano persone fuori dal nostro recinto.

E' da tempo che ne parlo:
Così bianche da essere invisibili
Tommaso e gli altri
Bambini Invisibili
Rapporto annuale della FAO
E adesso i fatti
Ricchezza e povertà
Il dopo Live8
L'Africa150 milioni di bambini e bambine soffrono di malnutrizione
Malaria
Morti 30.000 bambini
Il terrorismo il vero problema?
Attenzione selettiva