19 dicembre 2005

Bambini invisibili

Leggendo il Prof Echos mi sono ricordato che dovevo appuntare un dato sul mio blog.
Proprio oggi, e chi sa per quanti giorni ancora, i media italiani parleranno del bambino trovato morto con la testa fracassata da "amici" o da un "pedofili". Problemi seri per carità, al pensiero che se un giorno avessi un figlio e facesse quella fine rabbrividisco.

Però è necessario dare il giusto peso a problemi in base all'importanza, alla gravità ed alla grandezza del fenomeno.

Il rapporto dell'UNICEF dice: "Centinaia di milioni di bambini "invisibili", orfani, affamati o sfruttati." Invisibile perchè nemmeno registrati in un anagrafe (in alcuni paesi nemmeno esiste un'anagrafe).
"
Decine di milioni passano la loro vita per strada esposti agli abusi e allo sfruttamento; un milione vive in stato di detenzione, nei paesi più poveri 250 mila bambini vengono arruolati come soldati nei conflitti armati. 8,4 milioni di bambini sono sfruttati nel lavoro, quasi sempre in condizioni orribili. Quasi due milioni sono sfruttati dall'industria del sesso. Nei paesi meno sviluppati un bambino su due vive in condizioni di povertà."

I bambini rappresentano il futuro dell'umanità. La nostra ricchezza dipende dalla loro povertà. Quando inizieremo a pensare che è giunto il momento di fare qualche rinuncia per il bene di tutti?

Miei post correlati:
Rapporto annuale della FAO
E adesso i fatti
Ricchezza e povertà
Il dopo Live8
L'Africa
150 milioni di bambini e bambine soffrono di malnutrizione
Malaria
Morti 30.000 bambini
Il terrorismo il vero problema?
Attenzione selettiva